Torre di San Cipriano

La Chiesa parrocchiale di San Cipriano, chiamata anche di San Cebrián, fu una delle prime istituzioni della città di Toledo. Già nel 1125, la chiesa viene citata come chiesa parrocchiale latina, anche se si ritiene che in origine qui potesse sorgere una moschea, come suggerirebbe la disposizione del tempio, preceduta da un patio che solo in seguito fu trasformato in cimitero.

Tra il 1612 e il 1613 la chiesa viene completamente trasformata e il compito di promuovere le opere pubbliche è affidato a Don Carlos Venero y Leyva, canonico di Toledo e cappellano dei Nuovi Re. L'incarico del nuovo progetto fu assegnato a Juan Bautista Monegro, mentre il capomastro rispondeva al nome di Juan de Orduña

Este sitio usa cookies de navegación, que recogen información genérica y anónima, siendo el objetivo último mejorar el funcionamiento de la web. Si continuas navegando, consideramos que aceptas el uso de cookies. Más información sobre las cookies y su uso en POLITICA DE COOKIES