Torre del Ferro

Faceva parte della porta omonima, da cui entravano in città forestieri, contadini e mercanti, che sbarcavano dal traghetto dopo aver attraversato il Tago.

Una volta persa la sua funzione difensiva, sin dal Medioevo si limitò al controllo delle merci e al pagamento dei relativi pedaggi, ma anche di basculla per la farina, in virtù della presenza di diversi mulini nelle immediate vicinanze.

Molto vicina alla torre si trova la piccola casa, di recente restaurata, in cui l'esattore svolgeva il proprio incarico. Si tratta di una torre albarrana, in altre parole non cava fatta eccezione per un varco al suolo, a pianta rettangolare, in muratura nella parte inferiore e in bugnato in quella superiore.

Este sitio usa cookies de navegación, que recogen información genérica y anónima, siendo el objetivo último mejorar el funcionamiento de la web. Si continuas navegando, consideramos que aceptas el uso de cookies. Más información sobre las cookies y su uso en POLITICA DE COOKIES