Passaggi e vicoli

Cobertizo de Santo Domingo el Real

UUno dei passaggi coperti più lunghi e noti di Toledo. Si tratta di una via pubblica coperta dai diversi ambienti dei conventi tra di loro comunicanti. Nel corso dei secoli, la continua donazione di case attigue obbligarono i conventi ad aprire passaggi di comunicazione rialzati rispetto al livello della strada. Visitare questo angolo di notte, con la impalpabile luce che regala a questo passaggio l'aspetto di un tunnel, è un’esperienza da non farsi mancare, magari nell'ambito di un itinerario notturno alla scoperta di Toledo.

Cobertizo de San Pedro Mártir

Ecco un altro dei passaggi coperti più popolari, all'interno del convento di San Pietro Martire, che attualmente ospita la Facoltà di scienze giuridiche e sociali dell'Università di Castiglia-La Mancia.

Archetto del giudeo (Arquillo del judío)

Giunti al termine di calle del Ángel, attiguo alla Scuola d'Arte e Mestieri e al Monastero di San Giovanni dei Re si trova la ricostruzione di quello che era un antico archetto ebraico, che univa il quartiere della "Al-Aqaba", ovvero la zona periferica più grande della comunità ebraica, con il quartiere principale. Nel 1391, dopo aver forzato porte come questa che di notte venivano regolarmente chiuse, i cristiani assaltarono e saccheggiarono il quartiere ebraico di Toledo.

Calle del Locum / Callejón del Diablo

La singolarità di queste angusti e irti vicoli spiegano chiaramente perché Toledo non è soltanto nota per essere una città di grandi monumenti ed edifici. Dietro il Teatro de Rojas e la posada de la Hermandad si aprono numerosi vicoli e irti viottoli dai nomi esoterici che conducono verso i quartieri di San Justo e San Miguel. Seguendo il loro percorso di sera scoprirete i segreti che custodisce gelosamente una Toledo sconosciuta ai più.

Calle de Alfileritos

Chiamata così perché un tempo venivano qui a chiedere alla Vergine il dono di un marito lasciando in pegno uno spillo (in spagnolo alfiler significa spillo) nella piccola nicchia. Questo vicolo, più che vera strada, collegato ad altri del centro storico, è uno dei più battuti dai turisti alla ricerca di pittoreschi vicoli e dei tradizionali patii toledani, tra un monumento e l'altro.

Cuesta del Águila

Quasi nascosta dalla confluenza di calle Núñez de Arce con calle de las Carretas sbuca questo piccolo e irto vicolo che conduce alla centrale plaza de Zocodover. Il suo stretto percorso e i suoi angoli costituiscono un esempio delle peculiarità architettoniche di questa città e, perché no, delle innumerevoli salite da percorrere per chi visita Toledo.

Este sitio usa cookies de navegación, que recogen información genérica y anónima, siendo el objetivo último mejorar el funcionamiento de la web. Si continuas navegando, consideramos que aceptas el uso de cookies. Más información sobre las cookies y su uso en POLITICA DE COOKIES