Museo Victorio Macho

Il Museo Victorio Macho offre l'opportunità di ammirare gran parte della collezione di questo celebre scultore spagnolo, tra le cui opere spiccano "La Madre", "Il fratello Marcello", "Torso gitano", "La maschera", "La bambina basca", nonché ritratti di importanti personalità come Gregorio Marañón, Miguel de Unamuno, Santiago Ramón y Cajal, Pedro Galdós, "La passionaria" e, infine, bozzetti di importanti monumenti che l'artista avrebbe poi realizzato a Madrid e in America. Numerosi sono anche i disegni, con la serie dei personaggi del mondo contadino, i nudi di donna e gli autoritratti.

Il complesso architettonico di Roca Tarpeya, fresco di restauro, ospita mostre temporanee, numerosi eventi culturali, riunioni di lavoro, corsi e conferenze. Qui hanno sede anche alcuni enti, come il Centro di Documentazione, che si occupa di tematiche inerenti alla città di Toledo e organizza proiezioni audiovisive sulla città e la sua storia.

In una insolita e al tempo stesso straordinaria posizione su un promontorio a strapiombo sul Tago si trova "Roca Tarpeya", luogo prescelto dallo scultore spagnolo Victorio Macho per costruire nel 1953 la sua casa-studio.

Oggi è sede della Fondazione regia di Toledo, incaricata di continuare il lavoro della Fondazione Victorio Macho voluta e creata dallo stesso artista.

Este sitio usa cookies de navegación, que recogen información genérica y anónima, siendo el objetivo último mejorar el funcionamiento de la web. Si continuas navegando, consideramos que aceptas el uso de cookies. Más información sobre las cookies y su uso en POLITICA DE COOKIES