Convento di Santa Isabella dei Re

Fondato nel 1477 da Doña María Suárez de Toledo, conosciuta a Toledo con il nome di "Suor María la Povera", l'attuale edificio del convento nasce da due distinti palazzi del Trecento, entrambi in stile mudéjar, e dalla chiesa di San Antolín.

Alla chiesa conventuale, ricostruita durante il regno di Carlo I, si accede attraverso un portone che risale all'epoca dei Re Cattolici (1500). Il convento è in stile gotico con un soffitto ligneo a cassettoni; all'interno, nella navata dell'epistola, si può ammirare uno splendido retablo del Cinquecento.

Il retablo maggiore in stile plateresco risale invece al 1572 e presenta interessanti altorilievi, così come numerose statue. Sul lato sud della chiesa il coro delle suore, con un magnifico plinto maiolicato, è affiancato da un retablo plateresco e da seggi lignei, tutte opere che risalgono al XVI secolo.

La clausura ospita quattro patii, quello degli Aranci (Naranjos), degli Allori (Laureles), dell'Infermeria (Enfermería) e della Torriera (Demandadera).

Restaurato di recente (2006), il convento è stato aperto al pubblico solo di recente, dopo che una parte dell'edificio è stato adibito a museo.

Este sitio usa cookies de navegación, que recogen información genérica y anónima, siendo el objetivo último mejorar el funcionamiento de la web. Si continuas navegando, consideramos que aceptas el uso de cookies. Más información sobre las cookies y su uso en POLITICA DE COOKIES