Convento di San Giovanni della Penitenza

Fondato dall'architetto Pedro Gumiel, per volontà del cardinale Francisco Jiménez de Cisneros, l'antico convento delle suore francescane unisce elementi rinascimentali con altri di ispirazione islamica. Vittima di un incendio devastante nel 1936 che lo ridusse in macerie, dopo la Guerra Civile servì ida rifugio per bisognosi.

La facciata gotica, protetta da una gronda sporgente, è decorata con foglie di cardo e un anello. Da una seconda porta, decorata dallo stemma cardinalizio del fondatore e impreziosita dalla presenza di un arco ribassato rinascimentale, si accedeva al Collegio femminile. Infine, lungo un'altra strada si apre un terzo ingresso, che richiama il medesimo stemma e la stessa gronda sporgente, in quanto per la costruzione dell'edificio furono uniti diversi edifici.

Oggi il convento ospita il Conservatorio di musica e il Centro di studi internazionali della Fondazione Ortega y Gasset.

Praticamente addossata al convento, rimane la Chiesa dei Santi Giusto e Pastore.

Este sitio usa cookies de navegación, que recogen información genérica y anónima, siendo el objetivo último mejorar el funcionamiento de la web. Si continuas navegando, consideramos que aceptas el uso de cookies. Más información sobre las cookies y su uso en POLITICA DE COOKIES