Convento di San Clemente

Questo edificio del XIII secolo è oggi abitato dalle suore di clausura dell'ordine cistercense di San Bernardo. Si tratta di uno dei primi conventi ubicati fuori dalle mura della città, secondo l'usanza del XII secolo, in quanto all'interno fu sepolto l'infante Don Alfonso, figlio di Alfonso VII, per esplicita volontà del re. Il convento era particolarmente caro a Alfonso X Il Saggio, nato a Toledo il giorno di San Clemente.

Grazie alla generosità dei reali e delle famiglie della nobiltà, le cui figlie avevano sposato l'ordine, finì per diventare uno dei conventi più grandi e ricco di possedimenti e ricchezze della città e dell'intera diocesi. Dell'edificio originale del Duecento oggi rimane solo il tetto della sala capitolare.

Nel Cinquecento Alonso de Covarrubias realizzò il progetto del nuovo convento, della chiesa dalla facciata italianizzante, con decorazioni plateresche, una assoluta novità per l'epoca. Il convento ospita tre chiostri di Nicolás de Vergara Giovane; (el Mozo in spagnolo), due dei quali in stile mudéjar-rinascimentale, in cui spicca il "Chiostro delle Processioni". All'interno del refettorio, di recente è stato restaurato un magnifico alfarje (intaglio su legno) del XIII secolo, con ornamenti propri dell’araldica di Ferdinando III Il Santo e maioliche del Cinquecento.

Molto interessante è il retro coro decorato maiolicato, i magnifici seggi in legno, tra cui spicca il seggio abbaziale firmata da Felipe de Vigarny.

La chiesa presenta una navata con volte a botte, ampiamente restaurata alla fine del Settecento per volere del cardinale Lorenzana. All'epoca tornò ad essere la residenza della famiglia reale, in particolare delle figlie dell'infante Don Luigi, amate sorelle del cardinale Luigi Maria di Borbone e nipoti di Carlo III.

La leggenda vuole che proprio in questo convento nacque il primo marzapane toledano, dolce artigianale tipico, la cui tradizione è stata di recente recuperata dalle monache che qui abitano.

Este sitio usa cookies de navegación, que recogen información genérica y anónima, siendo el objetivo último mejorar el funcionamiento de la web. Si continuas navegando, consideramos que aceptas el uso de cookies. Más información sobre las cookies y su uso en POLITICA DE COOKIES