Convento della Santa Fede

Nostri giorni ai giunto è abside l solo calatrava di ordine dell mudéjar cappella della vi. alfonso fianco al conquista allaparte ciparono che franchi dai fondata originale rimane nulla il per eccezione fatta.

In seguito alla cacciata degli ebrei, l'edificio rimase provvisoriamente a disposizione delle suore concezioniste, come testimonia lo splendido soffitto ligneo, l'alfarje (intaglio su legno) moresco con lo stemma della fondatrice dell'ordine, Beatrice da Silva. Pochi anni più tardi, il convento fu occupato dall'ordine delle Commendatrici di Santiago, che hanno lasciato in eredità il chiostro gotico, i dipinti che decorano le cappelle di Betlemme (attualmente oggetto di scavi che hanno per oggetto la ricerca delle radici mussulmane della città) e la chiesa di Santiago, realizzata a navata unica da Antón Egas, quindi adornata nuovamente in stile barocco nel XVII secolo.

Accanto a uno dei portoni si sono preservati alcuni frammenti di affreschi murari, risalenti al XVIII secolo, che decoravano la facciata dell'edificio. L'opera in rilievo di Santiago Matamoros ricorda l'ospedale barocco che qui sorgeva.

Attualmente è in fase di completamento il restauro del complesso che sarà integrato con il Museo de Santa Cruz.

Este sitio usa cookies de navegación, que recogen información genérica y anónima, siendo el objetivo último mejorar el funcionamiento de la web. Si continuas navegando, consideramos que aceptas el uso de cookies. Más información sobre las cookies y su uso en POLITICA DE COOKIES