Convento della Concezione

La chiesa nella sua versione attuale fu costruita nel Cinquecento sui resti di un precedente tempio risalente al XIII-XV secolo, dal quale ha ereditato la torre in stile mudéjar, la cappella di Santa Caterina, la cappella di San Geronimo dal tetto a forma ottagonale, entrambe separate dal corpo della chiesa.

In origine l'attuale patio di ingresso corrispondeva alla navata di quel tempio. La chiesa presenta una navata a sei campate, chiusa da un abside poligonale in stile gotico-mudejar, e cinque cappelle laterali.

Due sono i cori, uno alto nella parete meridionale della chiesa e un secondo addossato al muro del Vangelo che si apre sul presbiterio. L'altare maggiore è opera di Juan Bautista Monegro. La parte più antica del convento è il chiostro, del XIII secolo, che conserva un interessante patrimonio di stucchi, lapidi e dipinti.

Nella cappella attigua al presbiterio sono conservati i resti di Santa Beatrice da Silva Meneses, fondatrice della congregazione.

Este sitio usa cookies de navegación, que recogen información genérica y anónima, siendo el objetivo último mejorar el funcionamiento de la web. Si continuas navegando, consideramos que aceptas el uso de cookies. Más información sobre las cookies y su uso en POLITICA DE COOKIES