Convento dell'Immacolata Concezione

La chiesa fu fondata per volontà del cardinale Don Pascual d'Aragona, che qui è sepolto. Seguendo i dettami e precetti dell'architettura della Controriforma seicentesca, la chiesa presenta una navata a sei campate, chiusa da un abside poligonale in stile gotico-mudejar, e cinque cappelle laterali.

L'edificio in mattoni è stato di recente riaffrescato. La nicchia ospita una Vergine Immacolata attribuita allo scultore madrilegno di origini lusitane Manuel Pereira. Tipica dell'epoca in cui fu costruito il convento anche la pianta rettangolare a navata unica, decisamente sobria ma realizzata con materiali nobili e coperta da una volta a mezza botte lunettata e fasciata.

Il retablo maggiore rivela l'intervento del bronzista Fanelli, mentre i quadri sono di Francisco Rizzi. Le grandi tele laterali sono, in realtà, vere e proprie teche contenenti innumerevoli reliquiari. Incastonato nelle vicinanze di altri conventi, è l'ultimo esempio di questo genere presente a Toledo, il cui artefice, l'architetto Bartolomé Zumbigo y Salcedo, diventerà poi capomastro della stessa Cattedrale.

Este sitio usa cookies de navegación, que recogen información genérica y anónima, siendo el objetivo último mejorar el funcionamiento de la web. Si continuas navegando, consideramos que aceptas el uso de cookies. Más información sobre las cookies y su uso en POLITICA DE COOKIES