Colegio de Infantes

Edificio a pianta irregolare, con due patii e disposizione dei mattoni in tradizionale stile toledano. Si nota immediatamente l'insolita facciata per i numerosi elementi "esotici" italianeggianti, opera di Francisco de Villalpando, che fece conoscere in Spagna i trattati i architettura di Sebastiano Serlio in materia di decorazione degli edifici.

Le colonne della facciata assumono forme femminili che portano ceste di frutta sopra la testa, mentre sopra l'architrave due putti sostengono lo stemma del cardinale Pedro Martínez Silíceo, fondatore di diverse istituzioni educative a metà del Quattrocento. Corona il tutto un tondo con la raffigurazione della Vergine e il Bambino. Fu la sede del collegio per chiericone da cui "si riforniva" il coro cattedralizio.

Este sitio usa cookies de navegación, que recogen información genérica y anónima, siendo el objetivo último mejorar el funcionamiento de la web. Si continuas navegando, consideramos que aceptas el uso de cookies. Más información sobre las cookies y su uso en POLITICA DE COOKIES