Chiesa di San Sebastiano


La Chiesa di San Sebastiano si trova nel cosiddetto barrio de curtidores (quartiere dei conciatori), che avrebbe dato asilo a edifici e monumenti di carattere difensivo, come la porta di Bab-al-Dabbagin o porta dei Conciatori, pressoché attigua alla chiesa.

L'esame delle fonti documentali, così come lo studio delle pareti e i risultati di scavi archeologi durante gli interventi di restauro della chiesa, hanno consentito di giungere alla conclusione che l'attuale edificio è stato utilizzato in maniera continuativa dal X al XX secolo, con una prima fase islamica e una seconda cristiana.

Si tratta di una delle chiese mudéjar edificata su precedenti costruzioni visigote, periodo a cui risalgono i capitelli lavorati delle colonne che separano le navate.

Fu una delle chiese parrocchiali mozarabiche della città. L'attuale edificio a pianta basilicale risale alla metà del Duecento, a differenza della torre a pianta quadrata, con un pilastro centrale e i muri perimetrali del Quattrocento, che conserva la tipica struttura del minareto. Oggi la chiesa non è destinata al culto

Este sitio usa cookies de navegación, que recogen información genérica y anónima, siendo el objetivo último mejorar el funcionamiento de la web. Si continuas navegando, consideramos que aceptas el uso de cookies. Más información sobre las cookies y su uso en POLITICA DE COOKIES