Museo della Cattedrale

Nella Cattedrale di Toledo si possono visitare svariate collezioni d'arte, conservate nella sagrestia, nella sala capitolare, nel coro e nella cappella maggiore, con opere di importanti artisti tra cui Goya, Tiziano, Zurbarán, Rubens o Rafael. Tra tutte spicca la Custodia dell'ostensorio di Enrico di Arfe, custodita nel Museo-Tesoro.

Nella cappella del Tesoro è esposta al pubblico la Custodia dell'ostensorio, opera del Cinquecento di Enrico di Arfe

Nella Sagrestia si possono ammirare l'Apostolato e L'Espolio, entrambe opere di El Greco, l'Arresto di Gesù di Francisco Goya, insieme a dipinti di celebri artisti, tra i quali ricordiamo Tiziano, Zurbarán, Rubens, Rizzi, Tristán, Rafael, Van Dyck, Bellini, insieme a un San Francesco d'Assisi scolpito da Pedro de Mena e a preziosissimi codici, come i tre rotoli della Bibbia di San Luigi (1250).

La sala che introduce al vestibolo conserva un'altra straordinaria collezione di dipinti, con opere di Diego Velázquez e Josep de Ribera (conosciuto anche come José de Ribera) detto lo Spagnoletto.

La sala capitolare è impreziosita da affreschi di Giovanni di Borgogna, insieme ai ritratti di tutti i prelati dell'Arcidiocesi.

Nella cappella maggiore si può ammirare uno straordinario retablo, alla cui realizzazione parteciparono, tra gli altri, Enrique Egas, Felipe Vigarny, Diego Copín de Holanda e Giovanni di Borgogna. Il presbiterio è chiuso da una grata, opera di Francisco de Villapando e splendido esempio della migliore arte plateresca. Il coro, infine, è una ricca esposizione di opere di importanti scultori, tra i quali Alonso Berreguete, Felipe Vigarni, detto di Borgogna e Rodrigo Alemán.

L'attuale cattedrale fu costruita per volere di Ferdinando III e dell'arcivescovo Ximénez de Rada, che posarono la prima pietra nel 1227 nella stesso luogo in cui sorgeva la moschea maggiore di Toledo, fatta demolire da Alfonso VI. Nell'ambito del complesso cattedralizio, una menzione speciale merita il tesoro-reliquiario, la sala capitolare, la sagrestia, il coro e la cappella maggiore.

Este sitio usa cookies de navegación, que recogen información genérica y anónima, siendo el objetivo último mejorar el funcionamiento de la web. Si continuas navegando, consideramos que aceptas el uso de cookies. Más información sobre las cookies y su uso en POLITICA DE COOKIES