Castello di San Servando

Situato in posizione strategica tra la città e la valle bagnata dal Tago, sopra il ponte di Alcántara, l'unica via per il sud della penisola iberica, ebbe una strategica funzione di controllo di codesto punto di ingresso e uscita dalla città. Le sue radici sono mussulmane e nonostante le cadute in disgrazia e i periodi di abbandono, tornò a rivivere grazie ad altrettanti interventi di restauro.

Affidato a una comunità di monaci cluniacensi, questi furono costretti ad abbandonarlo di fronte ai tentativi degli almoravidi di riconquistare la capitale del regno. È qui che il personaggio storico di El Cid Campeador vegliò sulle armi, prima della sua riconciliazione con Alfonso VI a Toledo. Successivamente difeso dall'Ordine dei Templari, dopo la battaglia di Navas de Tolosa nel 1212 perse il suo carattere frontaliero e difensivo. Quindi tornò a servire per fini bellici entrambi i contendenti nella guerra che oppose Pietro I e il fratellastro Enrico di Trastámara, e fu poi ricostruito da uno dei sostenitori di quest'ultimo, l'arcivescovo Don Pedro Tenorio.

Nel Cinquecento tornò a languire in rovina fino al 1945, quando venne ricostruito per ospitare il Collegio Minore della Gioventù, nel rispetto del suo perimetro esterno e dello stile medievale originale. In seguito alla fondazione dell'Università di Castiglia-La Mancia fu temporaneamente convertito nella Casa degli studenti e oggi è un Ostello della gioventù, nonché centro di diversi incontri culturali.

La pianta dell'edificio è essenzialmente rettangolare, orientata da sud a nord. È coronata da merlature con tre torri circolari vuote, poste su tre angoli, tra cui una spicca per la maggiore altezza. La porta principale si apre su una sorta di dongione con feritoie e ciottoli essenziali.

Este sitio usa cookies de navegación, que recogen información genérica y anónima, siendo el objetivo último mejorar el funcionamiento de la web. Si continuas navegando, consideramos que aceptas el uso de cookies. Más información sobre las cookies y su uso en POLITICA DE COOKIES